IPSIA news

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020.

Attachments:
FileDescription
Download this file (m_pi.AOODRMA.REGISTRO UFFICIALE(U).0004539.01-03-2020.pdf)Misure urgenti COVD-19 

IPSIA news

INAUGURAZIONE LABORATORIO TECNOLOGICO 

E CONFERIMENTO BORSA DI STUDIO “GIOVANNI SOLDINI”

 

Emozioni e riconoscimenti per gli studenti e le studentesse, e non solo, dell'IPSIA “F. Corridoni” di Corridonia. Ieri, 15 febbraio 2020, infatti, ha avuto luogo presso l'Aula Magna dell'Istituto un importante momento per la vita della scuola che ha visto come protagonisti da una parte i ragazzi e le ragazze e dall'altra una comunità educante capace di includere le istituzioni – dalla provincia rappresentata dal Presidente Antonio Pettinari all'amministrazione comunale nella figura del sindaco Paolo Cartechini – e gli stakeholders del territorio nello specifico Giusy Luciani in rappresentanza del Gruppo Meccaniche Luciani.

IPSIA news

Nell’ambito delle attività promosse per l’Oientamento in uscita, le classi 4 e 5 delle sedi di Corridonia  e Macerata oggi 11 febbraio hanno incontrato i militari dell’esercito  italiano che hanno illustrato il percorso per l’arruolamento e la carriera militare (Ufficiali, sottufficiali, Volontari in ferma prefissata di uno e di quattro anni). L’incontro, promosso dall’USR Marche d’intesa coi Comandi militari regionali, (Progetto A1.2_PN1920_01 Forze Armate. Conferenze di Orientamento militare) intende potenziare le giornate di formazione per l’orientamento militare. I militari hanno illustrato le attività delle Forze Armate e le prospettive lavorative al termine del percorso di studi

Grande l’interesse e la partecipazione degli alunni che hanno approfondito l’argomento con interessanti domande e interventi.

IPSIA news

“Si presenta pura, purificatrice ed ugualitaria. Riguarda tutti. Indistintamente. Nessuno è esente da un ragionamento su di essa. È la violenza. A tal proposito presuppone una riflessione di matrice antropologica. Il dibattito non può esser ricondotto, inoltre, in un'orizzonte meramente dicotomico tra carnefice e vittima, ad una questione partigiana, di tifo. Non si può fare perchè presupporrebbe una banalizzazione che vedrebbe noi stessi autoassolverci e annoverarci tra le fila dei giudici, dei buoni, di quelli che sono dalla parte del giusto. Non è così. “

Torna su