INAUGURAZIONE LABORATORIO TECNOLOGICO 

E CONFERIMENTO BORSA DI STUDIO “GIOVANNI SOLDINI”

 

Emozioni e riconoscimenti per gli studenti e le studentesse, e non solo, dell'IPSIA “F. Corridoni” di Corridonia. Ieri, 15 febbraio 2020, infatti, ha avuto luogo presso l'Aula Magna dell'Istituto un importante momento per la vita della scuola che ha visto come protagonisti da una parte i ragazzi e le ragazze e dall'altra una comunità educante capace di includere le istituzioni – dalla provincia rappresentata dal Presidente Antonio Pettinari all'amministrazione comunale nella figura del sindaco Paolo Cartechini – e gli stakeholders del territorio nello specifico Giusy Luciani in rappresentanza del Gruppo Meccaniche Luciani.

La mattinata si è aperta con le parole del Dirigente Scolastico, il professor Francesco Giacchetta, che ha ricordato la storia secolare dell'IPSIA “F. Corridoni”, fortemente connessa al tessuto sociale e produttivo della città di Corridonia, e le difficoltà che l'istituto, così come tutti gli istituti professionali italiani, stanno vivendo negli ultimi anni. Il calo delle iscrizioni – dovuto anche anche alla ridefinizione degli indirizzi operata lo scorso anno – contrasta però vistosamente con un altro dato molto significativo: gli studenti che scelgono un percorso professionale trovano un lavoro nel 63% dei casi nei 12 mesi successivi al diploma. Alla luce di queste riflessioni, il Dirigente ha sottolineato l'importanza del lavoro in rete tra i vari attori sociali e politici del territorio e ha lasciato la parola al Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari. 

Nel suo discorso Pettinari ha ribadito il suo impegno nel trovare una soluzione ai problemi della sede di Macerata e ha ricordato ai ragazzi e alle ragazze presenti che le imprese del nostro territorio sono bisognose di operai qualificati e specializzati. Ringraziando il Gruppo Mecchaniche Luciani per aver donato alla scuola una macchina a controllo numerico e un digitalizzatore ottico, Pettinari ha sottolineato l'importanza della sinergia tra il pubblico e il privato, elemento questo fondamentale per il benessere dei territori e delle loro economie. Grande commozione infine nel ricordare Giovanni Soldini, ex preside dell'IPSIA “F. Corridoni”, a cui Pettinari era legato da una profonda e fraterna amicizia. Davanti al figlio Francesco e alla moglie Maria Pia, presenti per la consegna del Premio “Giovanni Soldani” alla sua IV edizione – istituito nel 2016 anno successivo alla scomparsa dell'ex preside – Pettinari ha tratteggiato un ritratto commosso e per certi versi “intimo” di Soldini, uomo del fare, restio ad apparire ma capace di lasciare un segno in ciò che faceva e nelle persone che incontrava. Commozione che ha caratterizzato anche l'intervento del sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, che prima di ricordare il preside Soldini ha voluto ringraziare i ragazzi e le ragazze, le autorità presenti sottolineando l'impegno dell'amministrazione comunale a collaborare con la scuola per il superamento delle criticità e per migliorare laddove possibile nel bene della scuola e della comunità stessa. 

previous arrow
next arrow
Slider

Subito dopo ha preso la parola Giusy Luciani che ha portato i saluti del Gruppo Meccaniche Luciani, un'impresa di Corridonia, attualmente tra le più importanti in termini di occupabilità e di innovazione nel proprio settore. Luciani ha ricordato le tappe che hanno portato alla realizzazione del nuovo laboratorio tecnologico: un progetto ambizioso, iniziato nell'anno scolastico 2018/2019 in cui hanno creduto fortemente la vicepreside, professoressa Roberta Campolungo, e i professori di indirizzo e che dà la misura di quanto questa azienda leader del settore meccanico creda nella collaborazione e nella sinergia tra scuola e mondo del lavoro. L'IPSIA, ha ricordato Luciani, è la scuola a cui il Gruppo Meccaniche Luciani guarda con interesse e attenzione perché è qui che si formano quegli operai specializzati su cui l'azienda investe dal 1969, anno della sua fondazione.

Francesco Soldini, intervenuto in rappresentanza della famiglia Soldini, ha invitato i ragazzi e le ragazze a cogliere tutto ciò che la vita offre. “Abbiate consapevolezza” ha detto “e rispetto dei ruoli. Essere consapevoli vi permetterà di poter compiere le vostre scelte in libertà”. Secondo Soldini, il premio fa sì che il padre possa non solo essere ricordato ma anche e soprattutto incidere, tracciare una strada, nella vita dei giovani a cui viene di anno in anno assegnato: pensare che grazie al premio ci sono dei ragazzi o delle ragazze che hanno l'opportunità di fare delle esperienze significa onorare la memoria di Giovanni Soldini.

Si è passati, infine, ai momenti più importanti della mattinata: la consegna degli attestati PET (Preliminary English Test), Consegna Borsa di Studio “G. Soldini”, Premiazione borse di studio Erasmus+ “Goals”, premiazione alunni del progetto Intercultura, inaugurazione del nuovo laboratorio tecnologico.

Il vincitore del Premio “G. Soldini”, che vuole gratificare studenti che si sono distinti non solo per il profitto ma anche per il comportamento, è stato assegnato a Nesassi Zaccaria, rappresentante di Istituto, della classe 4G della Sede di Macerata. Grazie a questo riconoscimento, Nesassi potrà partecipare gratuitamente allo StageLinguistico a Edimburgo. 

Gli studenti che hanno ottenuto il PET nell'a.s. 2018/2019 sono stati: Selimaj Denada, Gabriel Obude, Michele Milozzi, Edoardo Mariotti, Claudio Calvigioni, Lorenzo Boduri, Simone Paolucci, Daniele Ortenzi, Zacaria Nesassi, Umar Balde Alpha.

Per la partecipazione al progetto “Goals for Future”: Nicole Paccapelo, Irene Renzi, Stephan Foti, Gioele Bozzelli, Edoardo Mariotti.

Per la partecipazione al progetto Intercultura: Paola Properzi, Laura Bertolone, Elisa Carletti, Isabelle Mignani, Milena Rossi, Ester Brillarelli, elena Bartolini, Marco Cintio, Andrea Trentanni, Alessandro Fiorelli, Paolo Romagnoli.

Torna all'inizio del contenuto