IPSIA news

Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020.

Attachments:
FileDescription
Download this file (m_pi.AOODRMA.REGISTRO UFFICIALE(U).0004539.01-03-2020.pdf)Misure urgenti COVD-19 

IPSIA news

Il Consiglio dei Ministri, nella serata di sabato 22 febbraio, ha definito apposite misure per evitare la diffusione del Covid - 19 e ulteriori misure di contenimento. Fra le decisioni adottate, anche quelle relative alla sospensione delle uscite didattiche e dei viaggi di istruzione delle scuole, in Italia e all'estero.

Il Ministero dell'Istruzione informa che, in attesa dell’adozione formale dell’ordinanza prevista dal decreto approvato in Consiglio dei Ministri, per motivi precauzionali, i viaggi di istruzione vanno comunque sospesi a partire già da oggi domenica 23 febbraio 2020. Si ringraziano le scuole e i dirigenti scolastici per la collaborazione.

Coronavirus, comunicazione alle scuole sui viaggi di istruzione

IPSIA news

“Si presenta pura, purificatrice ed ugualitaria. Riguarda tutti. Indistintamente. Nessuno è esente da un ragionamento su di essa. È la violenza. A tal proposito presuppone una riflessione di matrice antropologica. Il dibattito non può esser ricondotto, inoltre, in un'orizzonte meramente dicotomico tra carnefice e vittima, ad una questione partigiana, di tifo. Non si può fare perchè presupporrebbe una banalizzazione che vedrebbe noi stessi autoassolverci e annoverarci tra le fila dei giudici, dei buoni, di quelli che sono dalla parte del giusto. Non è così. “

Sono queste le parole con cui il Prof. Ventrone, docente di Storia Conteporanea all’Università di Macerata, ha esordito per una lezione sulla violenza per le classi quarte e quinte dell’IPSIA “Corridoni” di Corridonia dal titolo “ Perché la violenza? La faccia oscura della modernità”.

Il Dirigente Scolastico Francesco Giacchetta ha fatto gli onori di casa, il prof. Mauro Vecchietti ha svolto il ruolo di moderatore, riuscendo a   a sottolineare gli aspetti più interessanti e a stimolare l’attenzione degli alunni.
previous arrow
next arrow
Slider

Una conferenza che ha posto sotto la lente di ingrandimento tematiche storiche e filosofiche molto impegnative. Partendo dall'esperimento  Milgram fino all'eugenetica, il prof. Ventrone ha messo in evidenze un percorso storico che mette in relazione eventi differenti come la Shoa e le Foibe raggruppandoli sotto un unico comune denominatore. Descrivendo il programma nazista di eutanasia Aktion T4 che, sotto responsabilità medica, prevedeva in Germania la soppressione di persone affette da malattie genetiche inguaribili e da portatori di handicap mentali (le "vite indegne di essere vissute") si è passati alle analisi del sociologo Bauman su come sia stato possibile un massacro razionale di quella portata, passando al ricordo delle Foibe come altro fenomeno di pulizia etnica che ricordiamo  ogni anno il 10 febbraio.

Una giornata importante quella di oggi che ha avuto la pretesa di far entrare tematiche complesse che stimolano alla riflessione nelle aule di scuola. Un progetto ambizioso. Per questo va il nostro ringraziamento all'amministrazione comunale che ha creduto nell'iniziativa sintetizzata in una serie di conferenze del prof. Ventrone (tra cui quella nella nostra scuola) ed una mostra "Angoli di cielo" di Riccardo Garbuglia. I ringraziamenti, da parte degli alunni e dei docenti, vanno inoltrati al prof. Ventrone, al Preside e a tutta l'Ipsia “F. Corridoni” che si è trovata puntuale all'appuntamento con la storia.

IPSIA news

INAUGURAZIONE LABORATORIO TECNOLOGICO 

E CONFERIMENTO BORSA DI STUDIO “GIOVANNI SOLDINI”

 

Emozioni e riconoscimenti per gli studenti e le studentesse, e non solo, dell'IPSIA “F. Corridoni” di Corridonia. Ieri, 15 febbraio 2020, infatti, ha avuto luogo presso l'Aula Magna dell'Istituto un importante momento per la vita della scuola che ha visto come protagonisti da una parte i ragazzi e le ragazze e dall'altra una comunità educante capace di includere le istituzioni – dalla provincia rappresentata dal Presidente Antonio Pettinari all'amministrazione comunale nella figura del sindaco Paolo Cartechini – e gli stakeholders del territorio nello specifico Giusy Luciani in rappresentanza del Gruppo Meccaniche Luciani.

La mattinata si è aperta con le parole del Dirigente Scolastico, il professor Francesco Giacchetta, che ha ricordato la storia secolare dell'IPSIA “F. Corridoni”, fortemente connessa al tessuto sociale e produttivo della città di Corridonia, e le difficoltà che l'istituto, così come tutti gli istituti professionali italiani, stanno vivendo negli ultimi anni. Il calo delle iscrizioni – dovuto anche anche alla ridefinizione degli indirizzi operata lo scorso anno – contrasta però vistosamente con un altro dato molto significativo: gli studenti che scelgono un percorso professionale trovano un lavoro nel 63% dei casi nei 12 mesi successivi al diploma. Alla luce di queste riflessioni, il Dirigente ha sottolineato l'importanza del lavoro in rete tra i vari attori sociali e politici del territorio e ha lasciato la parola al Presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari. 

Nel suo discorso Pettinari ha ribadito il suo impegno nel trovare una soluzione ai problemi della sede di Macerata e ha ricordato ai ragazzi e alle ragazze presenti che le imprese del nostro territorio sono bisognose di operai qualificati e specializzati. Ringraziando il Gruppo Mecchaniche Luciani per aver donato alla scuola una macchina a controllo numerico e un digitalizzatore ottico, Pettinari ha sottolineato l'importanza della sinergia tra il pubblico e il privato, elemento questo fondamentale per il benessere dei territori e delle loro economie. Grande commozione infine nel ricordare Giovanni Soldini, ex preside dell'IPSIA “F. Corridoni”, a cui Pettinari era legato da una profonda e fraterna amicizia. Davanti al figlio Francesco e alla moglie Maria Pia, presenti per la consegna del Premio “Giovanni Soldani” alla sua IV edizione – istituito nel 2016 anno successivo alla scomparsa dell'ex preside – Pettinari ha tratteggiato un ritratto commosso e per certi versi “intimo” di Soldini, uomo del fare, restio ad apparire ma capace di lasciare un segno in ciò che faceva e nelle persone che incontrava. Commozione che ha caratterizzato anche l'intervento del sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, che prima di ricordare il preside Soldini ha voluto ringraziare i ragazzi e le ragazze, le autorità presenti sottolineando l'impegno dell'amministrazione comunale a collaborare con la scuola per il superamento delle criticità e per migliorare laddove possibile nel bene della scuola e della comunità stessa. 

previous arrow
next arrow
Slider

Subito dopo ha preso la parola Giusy Luciani che ha portato i saluti del Gruppo Meccaniche Luciani, un'impresa di Corridonia, attualmente tra le più importanti in termini di occupabilità e di innovazione nel proprio settore. Luciani ha ricordato le tappe che hanno portato alla realizzazione del nuovo laboratorio tecnologico: un progetto ambizioso, iniziato nell'anno scolastico 2018/2019 in cui hanno creduto fortemente la vicepreside, professoressa Roberta Campolungo, e i professori di indirizzo e che dà la misura di quanto questa azienda leader del settore meccanico creda nella collaborazione e nella sinergia tra scuola e mondo del lavoro. L'IPSIA, ha ricordato Luciani, è la scuola a cui il Gruppo Meccaniche Luciani guarda con interesse e attenzione perché è qui che si formano quegli operai specializzati su cui l'azienda investe dal 1969, anno della sua fondazione.

Francesco Soldini, intervenuto in rappresentanza della famiglia Soldini, ha invitato i ragazzi e le ragazze a cogliere tutto ciò che la vita offre. “Abbiate consapevolezza” ha detto “e rispetto dei ruoli. Essere consapevoli vi permetterà di poter compiere le vostre scelte in libertà”. Secondo Soldini, il premio fa sì che il padre possa non solo essere ricordato ma anche e soprattutto incidere, tracciare una strada, nella vita dei giovani a cui viene di anno in anno assegnato: pensare che grazie al premio ci sono dei ragazzi o delle ragazze che hanno l'opportunità di fare delle esperienze significa onorare la memoria di Giovanni Soldini.

Si è passati, infine, ai momenti più importanti della mattinata: la consegna degli attestati PET (Preliminary English Test), Consegna Borsa di Studio “G. Soldini”, Premiazione borse di studio Erasmus+ “Goals”, premiazione alunni del progetto Intercultura, inaugurazione del nuovo laboratorio tecnologico.

Il vincitore del Premio “G. Soldini”, che vuole gratificare studenti che si sono distinti non solo per il profitto ma anche per il comportamento, è stato assegnato a Nesassi Zaccaria, rappresentante di Istituto, della classe 4G della Sede di Macerata. Grazie a questo riconoscimento, Nesassi potrà partecipare gratuitamente allo StageLinguistico a Edimburgo. 

Gli studenti che hanno ottenuto il PET nell'a.s. 2018/2019 sono stati: Selimaj Denada, Gabriel Obude, Michele Milozzi, Edoardo Mariotti, Claudio Calvigioni, Lorenzo Boduri, Simone Paolucci, Daniele Ortenzi, Zacaria Nesassi, Umar Balde Alpha.

Per la partecipazione al progetto “Goals for Future”: Nicole Paccapelo, Irene Renzi, Stephan Foti, Gioele Bozzelli, Edoardo Mariotti.

Per la partecipazione al progetto Intercultura: Paola Properzi, Laura Bertolone, Elisa Carletti, Isabelle Mignani, Milena Rossi, Ester Brillarelli, elena Bartolini, Marco Cintio, Andrea Trentanni, Alessandro Fiorelli, Paolo Romagnoli.

IPSIA news

Nell’ambito delle attività promosse per l’Oientamento in uscita, le classi 4 e 5 delle sedi di Corridonia  e Macerata oggi 11 febbraio hanno incontrato i militari dell’esercito  italiano che hanno illustrato il percorso per l’arruolamento e la carriera militare (Ufficiali, sottufficiali, Volontari in ferma prefissata di uno e di quattro anni). L’incontro, promosso dall’USR Marche d’intesa coi Comandi militari regionali, (Progetto A1.2_PN1920_01 Forze Armate. Conferenze di Orientamento militare) intende potenziare le giornate di formazione per l’orientamento militare. I militari hanno illustrato le attività delle Forze Armate e le prospettive lavorative al termine del percorso di studi

Grande l’interesse e la partecipazione degli alunni che hanno approfondito l’argomento con interessanti domande e interventi.

Torna all'inizio del contenuto